Category Archives: Eventi a Catania

Tutti gli eventi della città di Catania da consultare sul nostro calendario.

Festa di San Domenico Savio

Si sono aperti ieri i festeggiamenti dedicati a San Domenico Savio a Scordia (CT) e proseguiranno fino al 10 luglio.

san domenico 2

Appuntamento imperdibile per gli abitanti del quartiere di Scordia alta, che vivono l’evento con molta partecipazione, accompagnando numerosissimi, il Santo durante la tutta processione. Le strade per cui passa il simulacro e la reliquia di San Domenico Savio sono tutte addobbate e ornate da altari.

La festa di San Domenico Savio, prevede oltre alle celebrazioni liturgiche, molti eventi culturali, musicali e sportivi. Degna di nota è la rassegna corale polifonica “Laetantes in Choro”, organizzata dal coro polifonico parrocchiale.

 Non mancheranno gli spettacoli musicali e folcloristici, tra cui concerti, saggi di danza e animazione per i più giovani.

Il programma completo degli eventi è consultabile al seguente  link e al sito www.sandomenicoscordia.it .

 

Published by:

Nivarata 2016, il Festival internazionale della Granita Siciliana

Il festival internazionale dedicato alla granita artigianale soffia quest’anno la sua quinta candelina, mentre Acireale (CT) è già pronta ad accoglierlo nelle sue strade, dal 3 al 5 giugno.

interno post nivarata 2016

La granita artigianale è da sempre considerata un cavallo di battaglia della Sicilia orientale, e il Festival della Nivarata ha contribuito, nelle varie edizioni, a renderla un’icona di gusto tutta siciliana. Si sa, la granita è per i siciliani un vero e proprio rituale, non c’è un momento specifico per mangiarla, ma si può gustare  a qualsiasi ora della giornata, dalla mattina alla sera, grazie alle numerose varietà di gusti e al suo potere rinfrescante.

La tradizione della granita affonda la sue radici nella cultura araba, che ha influenzato i nostri “nivaroli”, ovvero quegli uomini che di inverno andavano  sull’Etna a raccogliere la neve, che veniva poi lavorata per servirla con sciroppi o spremute di frutta, per far fronte alla torrida stagione estiva.

Il festival rappresenta pertanto una celebrazione di tale prelibatezza, e numerosissimi sono stati i visitatori che ogni anno accorrono da ogni parte per prendere parte all’evento  internazionale dedicato alla granita.

Alcuni eventi in programma:

 –  Giovedì 2 Giugno
Dalle 20.30
Una giornata inglese: cena con  le creazioni dello chef Kieron James e del gelatiere Seb Cole.
Evento su prenotazione presso la Pizzeria Frumento, piazza Mazzini, 9 – Acireale

–  Dal 3 al 5 Giugno
Piazza Duomo
dalle 10.00 alle 23.00
Le Granite Acesi
dalle 16.00 alle 23.00
Granite in concorso presso i punti degustazione

L’intero programma è consultabile all’indirizzo www.nivarata.it/programma-nivarata-2016

 

Published by:

CioccolaTiAmo, il festival del cioccolato a Piedimonte Etneo

cioccolatiamo

Tutto pronto per la 3° edizione di CioccolaTiAmo, la festa di Piedimonte Etneo (in provincia di Catania) che celebra il cioccolato. Da venerdì 12 a domenica 14 febbraio, un intero weekend all’insegna del delizioso cibo degli dei. Proprio così, infatti, era considerata la pianta di cacao – da cui il cioccolato ha origine.

Il centro storico di Piedimonte Etneo si appresta ad accogliere tutti gli amanti del cioccolato, pronti a degustarne dolcezza e prelibatezza tra percorsi multisensoriali, show cooking, workshop, laboratori, competizioni e intrattenimento.

Anche quest’anno, per il terzo anno di fila, CioccolaTiAmo è pronto a scommettere su una grande affluenza di visitatori e sul loro coinvolgimento in occasione del festival dedicato ai maestri cioccolatai e ai grandi pasticceri provenienti da tutta Italia.

Re indiscusso della manifestazione è il cioccolato, lì dove le materie prime vengono attentamente lavorate ad arte con fantasia e passione.

Sull’onda del successo dell’edizione 2015, previste ancora una volta degustazioni presso la Sala Vizi – destinata agli abbinamenti tra cioccolato e vino – e la Sala Sensoriale – con assaggi di cioccolato e biscotti, immersi in un’atmosfera insolita e straordinaria.

CioccolaTiAmo mira ad essere un’occasione dall’importante risvolto per l’economia locale, permettendo l’incontro di gusto e delle realtà produttrici, delle botteghe e dei negozi locali. I visitatori, infatti, potranno usufruire di particolari sconti da spendere nelle attività commerciali di Piedimonte Etneo, partner della manifestazione.

Il programma dell’evento:

venerdì 12 febbraio 2016
ore 11:00 > Inaugurazione con le spettacolari Bolle di La Cinci in presenza dei bambini delle scuole e delle autorità. Segue al Museo della Vite il seminario “Le Origini del Cioccolato”, a cura della dott.ssa Alfina Trovato
ore 17:30 > Area Spettacolo – “Frozen” il musical
ore 18:00 > Show cooking con il M° cioccolatiere Giuseppe Russo, Distretti Italiani del Cioccolato
ore 20:00 > Spettacolo Musicale “One Man Band Filippo Lamina”.

sabato 13 febbraio 2016
Dalle ore 10:00 > Al Museo della Vite il seminario “Le proprietà del cioccolato”, a cura della dott.ssa Alfina Trovato.
ore 15:30 > Abbinamenti e degustazione Vini dell’Etna a cura di “Le strade del vino dell’Etna” in collaborazione con ONAV – Delegazione Catania
ore 16:00 > Animazione a cura de “I Soliti”
ore 17:00 > Arrivano i Minions
ore 18:00 > Al Museo della Vite lo show cooking di ricette salutari a cura della Maestra Daniela Dadra
ore 19:00 > “L’insolito Quiz” a cura de “I Soliti”
ore 20:00 > Contest “Le torte fatte da me”; partecipazione libera per chi si ama l’arte della pasticceria
ore 20:00 > Spettacolo musicale con Carlo Muratori in concerto

domenica 14 febbraio 2016
ore 10:00 > Raduno Fiat 500 a cura dell’Associazione Fiat 500 Etna Club
ore 10:30 > Incontro e show cooking “Celiachia senza confini” a cura di AIC Delegazione di Catania
ore 12:00 > “Carezze di Cioccolato” dimostrazione a cura di Sakura estetica e benessere
ore 17:00 > Area spettacolo – musica e danza con le associazioni sportive del territorio
ore 18:00 > Al Museo della Vite – demo di cake design a cura dell’artista Viviana Aloisi
ore 19:00 > Al Museo della Vite – contest “Il Cioccolato Etneo”; gli istituti alberghieri presentano il loro originale cioccolato con abbinamento ad un vino spumante dell’Etna
ore 20:00 – Flashmob “Se ami… baci!” e lancio delle lanterne. Segue spettacolo musicale del Gruppo A.M.A.S.

“Pasticcioni” – Laboratorio di pasticceria per bambini
venerdì 12 febbraio 2016 ore 16:00/20:00
sabato 13 febbraio 2016 ore 10.00/13:00 – 16:00/20:00
domenica 14 febbraio 2016 ore 10:00/13:00 – 16:00/20:00

Per ulteriori dettagli è possibile consultare la pagina Facebok di CioccolaTiAmo.

 

Published by:

I presepi di Caltagirone in mostra dal 25 novembre

caltagirone-presepe

Il Natale in Sicilia arriva prima. Agli inizi di novembre le strade si riempiono di addobbi natalizi e luminarie, i costumi da Babbo Natale fanno capolino nelle vetrine dei negozi. L’atmosfera che si respira vi fa sentire già a dicembre.

Poi, a fine novembre, è già tempo di presepi tradizionali, creati con statue realizzate a mano, solitamente in legno. Questa tradizione, profondamente radicata in Sicilia e in generale nel Sud Italia, coinvolge quasi ogni famiglia siciliana: troverete facilmente un presepe (o presepio) nelle loro case proprio accanto l’albero di Natale.

Alcuni paesi siciliani sono particolarmente rinomate per i loro tradizionali presepi artistici, tra questi il più importante è probabilmente Caltagirone, famoso nel mondo per le sue ceramiche. I presepi realizzati dagli artigiani del paese saranno in mostra a partire dal 25 novembre, in occasione della 14° edizione del festival “Natale a Caltagirone”. L’evento offre ai visitatori la possibilità di ammirare sia opere antiche che moderne, realizzate per lo più all’interno di chiese, naturalmente, ma anche nel contesto di spazi museali al fianco di altre tipologie di manufatti legati al tema del Natale.

Visitando Caltagirone a partire dalla fine di novembre, e fino alla fine di Gennaio, potrete immergervi in un’atmosfera unica: luci, musica, mercatini e decorazioni floreali animeranno le strade della città. Durante il festival avrete inoltre la possibilità di assaggiare anche le specialità locali tipiche del periodo natalizio, che saranno tra i veri protagonisti dei mercatini temporanei allestiti nella piazza principale e nelle strade circostanti.

Published by:

Natale 2012 tra Catania e Caltagirone: mercatini, mostre e presepi

Catania in inverno, veduta aerea

Questo post è dedicato a tutti coloro che hanno intenzione di trascorrere le festività nel catanese, o vi si trovano già in questo periodo. Un breve post che vi fornirà qualche consiglio sul Natale a Catania, eventi e manifestazioni previste in zona per questo Natale 2012, senza dimenticare i fantastici presepi di Caltagirone. Le città principali della provincia sono già pronte per le feste, tutte agghindate nei loro abiti migliori, fatti di luci e decorazioni floreali.

Ricco il programma per il Natale a Catania, che affascinerà come sempre i visitatori con mostre, mercatini, concerti e presepi. Caratteristico tra i presepi da visitare è quello subacqueo, adagiato sul fondale del porto cittadino e aperto dal 9 dicembre 2012 al 6 gennaio 2013.
Gli appassionati d’arte non possono mancare all’appuntamento con “Artisti nella luce di Sicilia”, mostra con alcune delle opere che hanno partecipato alla 54° Biennale di Venezia, creazioni di artisti contemporanei siciliani. Queste saranno esposte per opera di Vittorio Sgarbi all’interno del Palazzo della Cultura dall’1 gennaio al 13 febbraio ’13.

Per quel che riguarda i mercatini di Natale, a Catania non vi è che l’imbarazzo della scelta. Tanti quelli tra cui poter trovare il regalo ideale per i propri cari:
– il mercatino natalizio in Corso Italia (aperto dal 7 Dicembre fino al 23);
– il mercatino di via Carcaci (che rimarrà aperto dal 5 al 31 dicembre);
– il mercatino di via Montesano (dall’1 al 29);
– quello di Porta Uzeda (dall’1 al 26);
– il mercatino di Largo Paisiello, per il commercio equo-solidale (dal 23 novembre al 29 dicembre).

Vasto il programma dei concerti. Domani sera, 20 dicembre 2012 presso il Palazzo della Cultura, Salone 1° piano dalle 16,00 alle 18,00 si esibiranno le scuole De Roberto e Vittorino da Feltre in “Suoni di Natale” – Momenti musicali. Alle 20,30 presso il Castello Ursino, in Piazza Federico di Svevia avrà luogo il concerto del coro Polifonico “Doulce Mémoire”, diretto dal Maestro Bruna D’Amico.
Il 21 alle 21,00 presso il Palazzo della Cultura toccherà agli allievi del conservatorio V. Bellini di Catania, con Sigismund Thalberg e il trionfo del pianoforte nell’epoca romantica. Lo stesso giorno è previsto il Concerto Sinfonico Corale con le musiche di Camille Saint-Saens Johannes Brahms e diretto da Carlo Rizzari e Tiziana Carlini presso il Teatro Massimo Bellini (sarà ripetuto anche il 22).
Il 22 presso il Palazzo della Cultura alle ore 20,30 avrà luogo “InCanto di Natale” concerto “Christmas Carol”, una serie di canti natalizi e di arie di compositori celebri con arrangiamenti del compositore William Grosso.

Presepe di Caltagirone

Anche Caltagirone, meta di turistica rinomata nel mondo per le sue splendide ceramiche, ha un ampio programma di eventi da proporre ai suoi visitatori. Il centro storico della città diventa una vetrina in cui vengono esposti i trenta presepi più particolari della regione, da quello di sale a quello interamente realizzato in lava, da quello di pasta a quello di cotone. Chiunque visita questa splendida cittadina barocca dell’entroterra catanese si rende immediatamente conto del peso e dell’importanza che vengono attribuiti dagli abitanti alla riproduzione della natività attraverso i presepi di Caltagirone.

Interessante sarà la visita a “Natale in vetrina”, una mostra di oggetti e manufatti legati alla tematica natalizia giunta ormai alla sua XII edizione. Questa esposizione ha luogo nella Sala Specchi della Corte Capitaniale e può essere visitata dal 22 novembre al 27 gennaio. Qui troverete il presepe nelle antiche Fiat 500 o il presepe in terracotta dei maestri della ceramica calatina.
Dall’8 dicembre al 7 gennaio in piazza municipio i visitatori potranno stupirsi ed elogiare ancor più la bravura e il talento di questi maestri con la sistemazione dell’Albero di Natale in ceramica proprio in questo spazio. Ricordate poi di non mancare il 26 di Dicembre alla rappresentazione del presepe vivente che animerà la scalinata di Santa Maria del monte, celeberrima per i suoi decori e ormai da tempo entrata a far parte del patrimonio dell’UNESCO.

Buon Natale e Buone Feste a tutti!

Articolo a cura di Cristina Randazzo.

Published by:

Teatro Bellini di Catania, stagione 2013: ecco il programma

Teatro Bellini di Catania, interno - foto da gbopera.it

È  il teatro d’eccellenza a Catania, dove si rappresentano le più famose e importanti opere e su cui salgono i migliori direttori d’orchestra; Beniamino Gigli, noto tenore e attore celebre nella prima metà del Novecento, lo ha definito il migliore al mondo per l’acustica.

Ecco dunque il programma della stagione 2013 del teatro Massimo Vincenzo Bellini: una stagione all’insegna dell’eccellenza e ricca di artisti di fama internazionale, con opere e musiche eterne e reinterpretate da grandi direttori d’orchestra.

Di seguito il programma della stagione sinfonica 2013.

Dopo l’inaugurazione, già avvenuta in ottobre, e le due giornate dedicate a Berlioz diretto da H. Soudant, dal 10 al 15 dicembre Xu Zhong dirigerà Strauss e Beethoven.
Per il concerto di Natale del 21 e 22 dicembre, diretto da Carlo Rizzari, sono stati invece scelti Brahms e Saint-Saens, con il coro di Tiziana Carlini.
A salutare l’anno nuovo sarà invece il pianista R. Saitkoulov, che suonerà Chopin, Schubert e Brahms il 10 gennaio 2013; il 3 febbraio invece sarà la volta di Antonio Pappano con i solisti di Santa Cecilia, che presenteranno musiche di Mahler e Wagner.
Il weekend del 9 e 10 febbraio sul podio salirà invece Michel Plasson, con musiche di Bizet. Dopo il debutto di Benjamin Pionnier che per la sua prima volta su questo palcoscenico ha scelto Mozart e Ravel (1 e 2 marzo), il 3 marzo il teatro Massimo Vincenzo Bellini ospiterà il famoso, pluripremiato e soprattutto giovanissimo Daniil Trifonov, il pianista che si è aggiudicato nello scorso anno il premio Tchaikovsky: le note saranno quelle di Listz, Chopin e Skrjabin.

Il 29 e 30 marzo il coro e l’orchestra del teatro Massimo Bellini saranno diretti da Tiziana Carlini e Piergiorgio Morandi con musica di Verdi e Tchaikovsky; parteciperà a titolo straordinario la violoncellista Narek Hakhnazaryan. Il 5 aprile, sarà invece la volta dello statunitense pianista e jazzista Uri Caine; il 19 e 20 dello stesso mese M. Letonja salirà sul podio per dirigere l’orchestra del teatro Bellini che eseguirà opere di Beethoven, Dvorak e Messiaen.
Il direttore d’orchestra inglese William Lacey proporrà Cascioli, Brahms e Sophr il 27 e 28 aprile; parteciperà alla serata il clarinettista siciliano Calogero Palermo.

Attesissimo senza dubbio dal grande pubblico sarà di certo l’evento del 4 e del 5 maggio: sul palco l’artista siciliano Franco Battiato, che insieme al direttore Xu Zhong e all’orchestra del teatro Bellini di Catania proporrà suoi pezzi con contaminazioni classiche: Apriti Sesamo sarà il titolo del concerto. Ritroveremo Xu Zhong sul palco come pianista nel recital del 10 maggio, in accompagnamento del celeberrimo violoncellista Jian Wang. Le musiche saranno di Debussy, di Rachmaninov e di Chopin.

Chiuderà la stagione sinfonica 2013 del teatro Bellini di Catania il pianista Ingolf Wunder, il 31 maggio: il suo recital proporrà eccellenti artisti, da Liadov a Rachmaninov, fino ad arrivare Horowitz e Chopin, e molti altri.

Per informazioni su prezzi e orari, vi ricordiamo che il botteghino del Teatro osserva gli orari 9:30-12:30 e 17-19 dal martedì al venerdì, mentre il sabato lo troverete aperto esclusivamente al mattino.

Published by:

La festa del castagno a Trecastagni, Catania

Festa del Castagno a Trecastagni 2012 - Immagine da liberoricercatore.it

Si vivranno dei week end intensi a Trecastagni (Catania), città dal cuore caldo ai piedi del vulcano Etna, dal 29 settembre al 21 ottobre, con la 14° edizione della festa del castagno.

Ogni fine settimana gli artigiani locali metteranno in mostra i loro segreti della lavorazione del legno di Castagno, molto diffuso in questa zona della Sicilia e molto usato dalla popolazione nelle abitazioni (mobilia e non solo); tra i molti stand dedicati alla lavorazione del legno, ci saranno altrettanti stand allestiti per la degustazione di prodotti a base di castagne, formaggi, vini e tanti altri prodotti di origine locale.

Questi momenti saranno intervallati da mostre, esposizioni e spettacoli. Inoltre ci saranno delle sfilate di carretti siciliani, i bambini potranno fare un giro in carrozza gratuitamente.

I più bravi artigiani della zona venderanno i loro prodotti prelibati: dolci a base di castagne, farina di castagne, oggetti in legno di castagno ecc.

Published by:

Festa di Sant’Agata a Catania

Festa di Sant'Agata 2012 a Catania

Sono poche le celebrazioni religiose che possono surclassare la festa di Sant’Agata a Catania per intensità, devozione, spettacolarità e numero di fedeli e curiosi che vi partecipano. Si tratta di una delle feste patronali in assoluto più belle del mondo, al livello del Corpus Domini di Cuzco o della Settimana Santa di Siviglia: oltre un milione di persone si radunano in una città che ogni anno, per tre giorni, è completamente proiettata verso la celebrazione e nient’altro. Una città che si ferma, prende una pausa da tutto ciò che la attraversa quotidianamente, e si dedica interamente alla sua santa patrona.

Dal 3 al 5 febbraio 2012 avrete quindi la possibilità di assistere a questo evento sensazionale: tre giorni. Il primo è dedicato all’offerta di candele: secondo la tradizione, devono corrispondere in altezza e peso alla persona che le dona. Vengono portate in corteo undici candelore, ovvero candele votive che rappresentano corporazioni e mestieri, insieme alle carrozze Settecentesche che appartenevano tempo fa al Senato governante. Le maggiori autorità civili e religiosi partecipano alla raccolta della cera, che prevede un giro della fornace della superba Cattedrale barocca della città, intitolata alla santa patrona. Alla fine di questo giorno, in piazza Duomo uno spettacolo mozzafiato di fuochi artificiali .

Emozionante più di tutti è il secondo giorno: il 4 febbraio, la Santa incontra il popolo. Fin dalle prime luci dell’alba i “cittadini” si riversano nelle vie del centro storico, indossando il “sacco” e sventolando fazzoletti bianchi: un abito votivo tradizionale, costituito da un camice lungo fino alla caviglia legato in vita da un cordino, ma anche un berretto nero e guanti bianchi. Era l’abito che nel 1126 i catanesi indossavano correndo incontro alle reliquie, riportate in città da Costantinopoli. Il tesoriere, il priore e il cerimoniere sono in possesso delle tre diverse chiavi che aprono la porta della Cattedrale: il busto scintillante di preziosi e sorridente di sant’Agata viene finalmente portato su un fercolo d’argento e salutato dal Vescovo con la Messa dell’Aurora; dopodichè, tra il tripudio della folla, le urla e gli spari a festa, lo scrigno contenente le reliquie della santa viene caricato sul fercolo e finalmente portato in processione per le vie della città.

Festa di Sant'Agata a Catania

La processione dura tutta la giornata: il fercolo attraversa tutti i luoghi della città che sono parte della storia della vita della santa. Sono tra i quattromila e i cinquemila gli uomini che sostengono la possente vara, che, spoglia, pesa 17 quintali, ma può arrivare fino ai 30 quando caricata di fercolo, scrigno e ceri votivi. La cattedrale accoglie nuovamente il fercolo a notte fonda, alla fine della lunga processione.

Il 5 febbraio, l’ultimo giorno di celebrazioni, vengono sostituiti i garofani rossi che si trovano sul fercolo (simboleggianti il martirio) con i garofani bianchi, che simboleggiano la purezza. Nella cattedrale, in mattinata, si celebra il pontificale; al tramonto, poi, una nuova processione si snoda per il centro storico della città di Catania, ancora una volta gremita di persone. Particolarmente suggestivo ed impressionante è il momento in cui il fercolo passa per San Giuliano, con una discesa particolarmente consistente e quindi pericolosa visto anche il peso e l’imponenza della vara – il superamento positivo o negativo di questo ostacolo sarà considerato un buono o cattivo auspicio per l’anno nuovo. All’alba del sei gennaio, poi, ecco arrivare il fercolo nella splendida via Crociferi, dopo una nottata in cui i fedeli hanno sfidato il freddo al grido di “Viva Sant’Agata!”; a questo punto cala il silenzio e si eleva un canto la cui origine è persa nei secoli: il canto angelico delle monache di clausura. La notte è profonda e scura, ma viene infine illuminata dai fuochi d’artificio che concludono la celebrazione e salutano Sant’Agata, che viene riportata nella sua stanza, e tornerà a farsi vedere in occasione della festa del 17 agosto.

Published by:

Corteo e sagra della muffuletta a Caltagirone l’8 dicembre

8 dicembre a Caltagirone Sagra della muffulettaCome vuole una tradizione la cui origine è persa nei secoli – ma consolidata in particolare a partire dal Cinquecento – l’8 dicembre a Caltagirone, nell’ambito delle celebrazioni per l’Immacolata Concezione, si svolge un corteo storico che i cittadini amano e i turisti saranno sicuramente felici di scoprire.

Le celebrazioni eucaristiche inizieranno alle 10.30 nella Chiesa di San Francesco; alle 11.30 in Piazza Umberto si svolgerà il tributo alla Madonna del Campanile di San Giuliano. Nel pomeriggio, poi, l’evento più atteso: per le vie del centro storico il simulacro sarà portato in processione, e insieme alle autorità cittadine sfilerà il corteo storico del Senato Civico di Caltagirone. Potrete ammirare le figure tipicamente Seicentesche del Senato, così come accadeva oltre quattrocento anni fa; e concludere la vostra giornata alla galleria Don Luigi Sturzo con un riscaldante bicchiere di vino, caldarroste e un’ottima muffuletta – qui si svolge infatti la sagra della muffuletta, ovvero pane con semi di finocchio, cibo tradizionale e tipico di questo periodo che potrete assaggiare nella sua ricetta più fedele alle usanze antiche.

Non mancate di visitare i mercatini di Natale della città, nel centro storico: saranno ad aspettarvi con realizzazioni di artigianato locale, decorazioni per il vostro albero – e naturalmente le ceramiche più famose al mondo… Avrete anche la possibilità di vedere i presepi di Caltagirone, realizzati dagli artigiani del luogo come da tradizione, raffiguranti scene della tipica vita quotidiana popolare di queste zone della Sicilia: per l’8 dicembre, se vi trovate da queste parti, la vostra giornata è già bell’e organizzata!

Published by:

A Toys Orchestra in Sicilia: tre date per la Midnight (R)evolution

A Toys Orchestra in Sicilia

È  il nome del loro ultimo album, ma anche di un’idea, di un movimento, di uno spunto, di un concetto, di una pulsione… Midnight (R)evolution è l’ultimo lavoro di questo gruppo che viene da Agropoli (SA) ed è fortemente apprezzato ormai da sempre più appassionati, critici ed amanti della buona musica in Italia. Gli A Toys Orchestra in Sicilia hanno previsto tre tappe per il tour promozionale dell’ultimo album e suoneranno a Palermo, Catania e Messina.

Midnight (R)evolution è uscito nel mese di ottobre 2011 (cd+dvd) ed è stato immediatamente lodato ed amato sia dai critici che dal pubblico. Si tratta di un lavoro ottimo, un album che rapisce fin dal primo ascolto ma che si ama sempre di più ogni volta che lo si fa ripartire, con musica che sa graffiare ed accarezzare, delicata e aspra, e parole perfettamente combinate con le melodie. Evocativo, incredibilmente intenso, intimo e anche potente – un degno successore di Midnight Talks e di Technicolor dreams – l’album in cui si trova “Powder on the words“, la canzone che è stata scelta come colonna sonora del film di Fabio Volo “Il giorno in più”.

E i live sono sempre soddisfacenti: i loro concerti vi faranno vivere le canzoni ancora più intensamente rispetto all’ascolto del cd.

L’appuntamento con gli A Toys Orchestra a Palermo è per il 4 gennaio 2012 ai Candelai, mentre a Catania si esibiranno il 6 gennaio 2012 al Barbara Disco Lab. A Messina invece suoneranno il 7 gennaio 2012, al Retronouveau.

Published by: